Mario Giachino a cura di Mario Giachino

Rock 'n Ride

Musica da Moto

Vi voglio suggerire un po' di musica che parla di moto e motociclisti. Cercherò di pubblicare un brano alla settimana... il lunedì.
Brani che non dovrebbero mancare dalla playlist di ogni motociclista... magari non tutti, qualcuno può piacere di più, qualcuno di meno ma tutti condividono l'amore per la motocicletta.

Indicatemi i brani che preferite per condividerli con gli altri.

Golden Age of Leather - Blue Öyster Cult

Corpi e moto non più riparabili, odore di olio e benzina nell'aria

02/05/2022

Quella dei Blue Öyster Cult è la storia lunga e travagliata di una band che ha cambiato spesso il proprio organico, che si è sciolta per poi ricostituirsi, e che dopo oltre 50 anni dalla fondazione (nel 1967 col nome di Soft White Underbelly) fa ancora parlare di sé e nel 2020 ha annunciato la pubblicazione di un album e pubblicato il suo ultimo (per ora) singolo: Box in my head.

La canzone Golden Age of Leather, composta da Bruce Abbott e Donald Roeser, fa parte dell’album Spectres, del 1977 e celebra epicamente il mondo cavalleresco dei motociclisti, come spesso succede in molte canzoni rock dell’epoca, ma questa è la storia di cavalieri sul viale del tramonto, che ormai hanno dato tutto quello che dovevano dare.

Un’ultima notte insieme, a ricordare l’età della pelle, la dorata età della pelle, una notte passata a raccontarsi prodezze con ogni probabilità rese esagerate, dal contenuto delle lattine di birra che il coro iniziale invita ad alzare in un brindisi ai migliori anni.

TESTO

Raise your can of beer on high
And seal your fate forever
Our best years have past us by
The golden age of leather

This was the night not long to come
In the year of our Lord A.D.
Where in a desert way-house
Poised on the brink of eternity
Four and ninety studded horsemen
Closed the knot of honor
As only drunken soldiers can

And passed from man to man
A wanton child too dead to care
That each would find
His pleasure as he might

For this fantastic night was billed
As nothing less than the end of an age
A last crusade, a final outrage
In this day of flaccid plumage

And there was worn no cloth but leather
Made supple by years of stinging cinders
And here were seen the scars of age
For age had been the common call
For one last night together

Down colored the sky
(the ritual feast)
Some had died
(they were buried with their bikes)
Each grabbed a rag
(from a man with a sack)
Torn strips of color
(the red and the black)

I
Came here willingly
And I
Will go down valiantly

We made a vow
To give it all we had to give
We made a vow
To die as we had lived

They flew the colors
They began to fight
They flailed at each other
Like bugs at a light
Bodies and bikes
Beyond repair
Smell of oil
And gas in the air

Then the wind whipped the desert
With a giant hand
And the humans and the Harleys
Caught the shifting sand
The old ranger
Weathered the storm
And he topped the rise
By the middle of morn
He saw rippled dunes
Calm and surreal
And the glint of a solitary
Shaft of chromium steel

(Gold) Golden age
(Gold) Golden age
(Gold) Golden age

In alto le vostre lattine di birra
E sigillate il vostro destino per sempre
I nostri anni migliori sono passati
L'età d'oro della pelle

Questa era la notte che doveva arrivare
Nell'anno di Nostro Signore
Dove in una casa di passaggio deserta
In bilico sull'orlo dell'eternità
Quattro e novanta cavalieri borchiati
Hanno stretto il nodo d'onore
Come solo i soldati ubriachi sanno fare

E si sono raccontati l’un l’altro di
Uno sregolato troppo morto per darsi pena
E ciascuno avrebbe trovato
Il suo piacere per quanto potesse

Per questa fantastica notte che ha segnato
Niente di meno che la fine di un'era
Un'ultima crociata, un ultimo oltraggio
In questo giorno di flaccido piumaggio

E non si indossava stoffa ma pelle
Resa elastica da anni di cenere urticante
E qui si sono viste le cicatrici dell'età
Era stata la chiamata comune per età
Per un'ultima notte insieme

Il cielo si è arrossato
(la festa rituale)
Alcuni erano morti
(sono stati seppelliti con le loro moto)
Ciascuno prese uno straccio
(da un uomo con un sacco)
Strisce di colore strappate
(il rosso e il nero)

Io
Sono venuto qui volentieri
E io
me ne andrò valorosamente

Abbiamo fatto un voto
Per dare tutto ciò che potevamo
Abbiamo fatto un voto
Morire come avevamo vissuto

Fecero volare i colori
Cominciarono a combattere
Si agitavano l'un l'altro
Come insetti alla luce
Corpi e moto
Non più riparabili
Odore di olio
E benzina nell'aria

Poi il vento ha sferzato il deserto
Con una mano gigante
E gli umani e le Harley
Hanno catturato le sabbie mobili
Il vecchio ranger
Ha resistito alla tempesta
E ha raggiunto la cima
Entro metà mattina
Vide dune increspate
Calme e surreali
E il luccichio di una solitaria
Asta in acciaio cromato

(Oro) Età dell'oro
(Oro) Età dell'oro
(Oro) Età dell'oro

Golden Age of Leather - Blue Öyster Cult

Indice degli articoli della rubrica Rock 'n Ride
  •  04/07/2022 - Motorcycle Drive By - Third Eye Blind
  •  27/06/2022 - Harleys In Hawaii - Katy Perry
  •  20/06/2022 - La mia moto - Jovanotti
  •  13/06/2022 - Free Bird - Lynyrd Skynyrd
  •  06/06/2022 - Motorbike - Allison Weiss
  •  30/05/2022 - I Wasn't Born To Follow - The Byrds
  •  23/05/2022 - Girls Girls Girls - Mötley Crüe
  •  16/05/2022 - Time For Me To Ride - Toby Keith
  •  09/05/2022 - Ride Like The Wind - Christopher Cross
  •  02/05/2022 - Golden Age of Leather - Blue Öyster Cult
Sono presenti 70 articoli nella rubrica Rock 'n Ride