Fabio

Itinerario

proposto da Fabio

Il 27/09/2018 Fabio ci ha proposto questo itinerario da 571 Km da percorrere in un giorno.

Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)

27/09/2018

Sono le 6.45 e sono già in moto. E' ancora buio. Fa fresco a Genova. Parto.

A Mondovì è molto nuvoloso e fa freddo, non ci sono abituato ma stavolta mi sono attrezzato. Arrivo al Colle della Maddalena e la montagna mi fa subito capire chi comanda: un vento forte con temperatura vicino allo 0°c. No, no, non mi fermo, avevo promesso a me stesso che prima della fine dell'estate avrei fatto anche l'Izoard e non mi fermo, sia quel che sia. Me ne hanno parlato così tanto e così bene che non posso aspettare un 8-9 mesi per viverlo.

La mia ostinazione è subito premiata, appena faccio la discesa in Francia il cielo diventa di un colore blu che difficilmente si vede, e la temperatura sale oltre i 10°c rendendo il viaggio gradevole. Giro per il Col de Vars che, essendo al sole, si fa apprezzare ancora di più. 

Giornata migliore non potevo scegliere: il cielo è bellissimo, il sole scalda, si sente aria d'autunno, con qualche albero che ha iniziato a colorarsi di oro, ma i prati sono verdissimi e la tramontana, il vento che tutto pulisce, accentua i colori di tutto il paesaggio rendendolo veramente magico. Mi sento fortunato ad essere li in quel momento. Supero il Col de Vars e arrivo a Guillestre dove proseguo fino al bivio per l'Izoard.

La salita è veloce ed il cielo è sempre più blu. Mi fermo in uno spiazzo assieme ad altri motocicilisti per ammirare il paesaggio. E' davvero bellissimo e diverso dagli altri. Le montagne a picco formano scivoli naturali di pietrisco, ma tutto dannatamente ordinato. Arrivo al Passo dove è posizionata il memoriale. La foto è d'obbligo ma tutto il contorno è ancor più bello, l'opera della natura.

Decido di fermarmi e riposare, visto che non lo avevo fatto dalla partenza. Sono stanco e penso che non sono riuscito nemmeno a prendere un caffè perche i magnifici paesini francesi pare abbiano girato la levetta sull'OFF (tutto chiuso). Finalmente mi siedo e penso a chi etichetta la moto solo come un mezzo di trasporto o ad altri che la chiamano banalmente libertà. Per me è di più, molto di più. Lo so che anche questo giorno, domani diventerà una storia che racconterò a qualcuno e che le foto fatte probabilmente andranno al macero, ma in questo momento sta succedendo ed è bellissimo, grazie a quel "pezzo" di ferro posteggiato al mio fianco.

Dopo tanto filosofeggiare, prendo e riparto e vedo che alla prima curva c'è il fotografo di internet. Beh...gliela facciamo vedere una bella curva? Boh si, ma la curva è senza protezione a valle! Meglio non esagerare e non finire nel ristorante di sotto. Sai che ridere???? 

Arrivo al Monginevro e il vento si fa sentire di nuovo. Da qui all'Autostrada Torino-Bardonecchia e quindi noia fino a Genova.

In mezzo ai molteplici camion che percorrono l'autostrada mi sento come un agile acciuga che sfida un mare in tempesta. 

Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)
Colle dell'Izoard (Dulcis in fundo)

La mappa

Le tappe

A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
Nota: Quando i passi sono chiusi, Google Maps non permette di passarci, quindi fuori stagione la mappa apparirà priva del percorso o con itinerari molto più lunghi.
Siamo in attesa che Google Maps integri la possibilità di creare mappe visualizzabili tutto l'anno.