Claudio

Itinerario

proposto da Claudio

Il 13/09/2018 Claudio ci ha proposto questo itinerario da 400 Km da percorrere in un giorno.

Ad est del Gruppo del Brenta

13/09/2018

Complice la bella giornata, ieri ho deciso di farmi un giro in solitaria. Il primo obiettivo era trovare una strada tra la campagna veneta che mi portasse in un tempo ragionevole da Padova a Piovene Rocchette senza dover prendere l'autostrada. Così attraverso Grantorto e Breganze sono arrivato a destinazione impiegando almeno 20 minuti in più spesso inglobato nel traffico operoso della zona. Ho quindi deciso di imboccare la Val d'Astico fin dal suo inizio scollinado per Velo d'Astico e proseguendo poi fino a Folgaria.
Qui, senza una meta precisa, mi sono fermato per pranzare e pensare alla tappa successiva. Da tempo non percorrevo la statale che porta a Trento e così mi ci sono infilato dentro con l'idea di fermarmi in città per il caffè. Ma era troppo caldo e ancora troppo presto e così fra girare a sinistra verso casa e destra verso nord ho scelto quest'ultima. Lungo il percorso mi è venuto in mente che non ero mai stato a Fai della Paganella e senza indugio ho orientato il manubrio in quella direzione. Ad Andalo il caffè (dopo una goduriosa fetta di strudel) e poi via verso Molveno. quindi Sarche Mori e la Val D'Adige fino a Verona. Anche qui, ho deciso di evitare l'autostrada e mi sono avventurato tra le strade statali e provinciali....ma non era sabato ed il traffico era molto intenso.

Ad est del Gruppo del Brenta
Ad est del Gruppo del Brenta

Girare la campagna è sempre piacevole ma non nei giorni feriali, diventa un incubo. La Val d'Astico la faccio sempre volentieri: è scorrevole e non è mai troppo trafficata. La statale da Folgaria a Trento non ha praticamente tornanti ma una serie di curve che invitano alla piega. Il panorama è molto piacevole e il breve tratto di orrido che si attraversa è eccitante. Piacevole sorpresa l'Altopiano della Paganella tra faggette abeti e prati ti porta ai laghi di Andalo e Molveno. Quest'ultimo davvero molto carino ha una sinistra lago fatta per le moto. Bella poi la strada da Sarche (con il suo canyon) per Nago e il lago di Loppio e quindi Mori. Infine non mi stanco mai di percorrere la bella Val d'Adige, una lunga serpentina che si snoda sinuosa tra vigneti che ieri profumavano di vendemmia.


La mappa

Le tappe

A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
Nota: Quando i passi sono chiusi, Google Maps non permette di passarci, quindi fuori stagione la mappa apparirà priva del percorso o con itinerari molto più lunghi.
Siamo in attesa che Google Maps integri la possibilità di creare mappe visualizzabili tutto l'anno.