Giovanni Bulgarelli

Itinerario

proposto da Giovanni Bulgarelli

Il 06/12/2020 Giovanni Bulgarelli ci ha proposto questo itinerario da 515 Km da percorrere in 3 giorni.

Gorges du Verdon in relax

06/12/2020

La traccia del percorso era già stata preparata da tempo (quando non so che fare mi studio nuove strade da percorrere e prima o poi le farò) ma si è deciso di partire soltanto 2 giorni prima, così di corsa a prenotare gli alberghi dove passare le notti… ma alla fine è andato tutto bene.

Partenza martedì 22 agosto da Arma di Taggia (IM) con la mia zavorrina e la mia Yamaha XT660Z Ténéré carica come un mulo. La moglie non è tanto per l’avventura e quindi per tre giorni di viaggio si deve portare dietro un armadio a 6 ante… La strada oggi non è molta da percorrere e quindi si parte tardi, intorno alle 9:30, autostrada fino al confine francese e poi autoroute fino a Villeneuve Loubet, da qui si prende per Grasse (città famosa per i profumi) e dopo si segue la Route Napoleon fino a Villaute (la strada prende il suo nome dal celebre condottiero che la percorse per raggiungere Parigi dopo l’esilio all’Elba), dopo il paese vediamo un ristorantino a bordo strada ottimo per tenere la moto sotto controllo visti i bagagli caricati. Si vede che il gestore lavora spesso con i motociclisti tanto che nel parcheggio con ghiaia ha lasciato diverse tavolette in legno dove appoggiare il cavalletto. Dopo il ristorante si prende a sx per Comps sur Artuby, ancora diversi km. in mezzo alle campagne e sbuchiamo sull’orlo delle Gorges, un paio di terrazze panoramiche ci mostrano un’ansa molto stretta del fiume Verdon dal colore smeraldo (peccato che c’è poca acqua). Si prosegue in direzione Aiguines passando per il Pont de l’Artuby il più alto d’Europa dove si pratica il bungee jumping, lungo la strada sono numerosissime le piazzuole di sosta dove fermarsi a fotografare le gorges in tutto il loro splendore. Dopo Aiguines scendiamo a Les Salles-sur-Verdon, qui ho prenotato in un albergo sulla strada principale con piscina esterna ma visto che l’acqua è un po’ freddina si opta per la spa con piscina riscaldata… spettacolo… Dopo un’ora in ammollo riprendiamo la moto per andare a visitare Moustiere Sainte Marie un borgo medievale una dozzina di km. più a nord, ceniamo sul posto e poi si rientra in albergo.

Il giorno dopo scendiamo fino al Pont de Galetas dove il Verdon si immette nel Lac de Sainte Croix, il terzo di Francia, sul lago c’è la possibilità di noleggiare canoe e pedalò per risalire il fiume e vedere le gorges da più vicino ma non ci fidiamo a lasciare la moto carica alla mercé di chiunque. Foto di rito e si risale in moto lungo la sponda dx del fiume, diversi tornanti ci fanno risalire di quota e anche qua sono numerosissimi i punti panoramici. A La Palud sur Verdon si prende la Route des Crètes un percorso circolare da fare in senso orario che in diversi punti porta sull’orlo delle Gorges. In alcuni punti si possono vedere gli avvoltoi. Finito il giro ad anello pranziamo a La Palud in un ottimo ristorantino italiano. In seguito riprendiamo la strada in direzione est, ci fermiamo al Point Sublime altro punto panoramico dove però non ci allontaniamo troppo dalla moto e ci perdiamo una parte dello spettacolo. Da lì in poi la strada scende gradualmente fino ad arrivare a pochi metri dal letto del fiume. Ci fermiamo in albergo a Castellane, anche qua bagnetto in piscina e dopo giro nel paese a cercare i soliti souvenir per amici e parenti. Cena, concertino nella piazza del paese e rientro in albergo.

Il terzo giorno da Castellane riprendiamo la Route Napoleon fino a Barrème poi a dx per Saint Andrè les Alpes, si ridiscende verso Castellane costeggiando il Lac de Castillon e si punta a sud, una ventina di km. più giù giriamo a sx, passiamo Valderoure, Grèolières, Vence ed arriviamo a Cagnes sur Mer, dopo pranzo prendiamo la strada Bord de Mer fino a casa.

Che dire, posti meravigliosi e strade stupende, un vero paradiso per i motociclisti, uno dei luoghi da vedere in moto almeno una volta nella vita. Molteplici le attività sportive anche estreme da fare in loco (Parapendio, arrampicata, bungee jamping, canoa, rafting, canyonning ecc. ecc.).

P.S. Ognuno che vorrà ripercorrere queste strade arriverà da posti diversi ma si consiglia di percorrere le strade intorno al Verdon in senso orario in modo da avere quasi sempre le gole sulla dx, fate conto che ogni metro è buono per fermarsi a fare una foto o una ripresa video, in questo modo potrete anche soltanto accostare la vostra moto ed evitare di perdervi un po' di spettacolo della natura... Sulla Route des Crètes, anche questa in senso orario (nel senso antiorario in un punto c'è un divieto), le avrete a sx ma sono tante le piazzuole di sosta nei punti strategici dove potrete fermarvi.

Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax
Gorges du Verdon in relax

La mappa

Le tappe

A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
Nota: Quando i passi sono chiusi, Google Maps non permette di passarci, quindi fuori stagione la mappa apparirà priva del percorso o con itinerari molto più lunghi.
Siamo in attesa che Google Maps integri la possibilità di creare mappe visualizzabili tutto l'anno.