Mario Giachino a cura di Mario Giachino

Rock 'n Ride

Musica da Moto

Vi voglio suggerire un po' di musica che parla di moto e motociclisti. Cercherò di pubblicare un brano alla settimana... il lunedì.
Brani che non dovrebbero mancare dalla playlist di ogni motociclista... magari non tutti, qualcuno può piacere di più, qualcuno di meno ma tutti condividono l'amore per la motocicletta.

Indicatemi i brani che preferite per condividerli con gli altri.

Due dita sotto il cielo - Lucio Dalla

A 15 anni mi sembrava di volare e che potevo scegliere se vivere o morire

17/01/2022

Un brano del grande Lucio Dalla che parla di un altro grande, Valentino Rossi.
La canzone è pubblicata nel 2007, prima come parte della colonna sonora di un film pubblicato in DVD sulla vita del pilota, poi nel CD Il contrario di me.

Nel film, un fumetto di Milo Manara, Valentino Rossi incontra molti dei suoi miti, tra cui Jim Morrison, i Blues Brothers, Enzo Ferrari e Steve McQueen.

Lucio ci spiega che, con questa canzone, ci racconta Valentino visto non come campione sportivo ma come campione d’umanità, come già avevo fatto cantando Nuvolari, Baggio, Senna e magari anche Caruso. Consapevole che l’anima è più importante dei polmoni, ti consente di scoprire il senso miracoloso delle cose, le peculiarità d'un tramonto e la sua diversità dagli altri tramonti, il misticismo per la vita.

Includiamo questo brano nella nostra playlist perché ci sono nomi che hanno fatto il motociclismo di oggi e Valentino Rossi, che può piacere o non piacere, è uno di questi.

 
TESTO

Estate
Mi ricordo i primi viaggi fatti in treno
Il vento in faccia, le ore al finestrino
Le sdraio colorate e l'odore che fa il mare lungo il litorale

I muri sporchi, i nomi e le stazioni
L'acqua fresca e le corse alle fontane
La puzza della notte nei vagoni, con l'odore del mangiare
Ma soprattutto il mare, la gente sulle spiagge
Il profumo sensuale della pelle sotto il sole
Le lentiggini sul muso, le palline, sulla fronte, di sudore

A 15 anni mi sembrava di volare
E che potevo scegliere se vivere o morire
Ché tanto è uguale, l'importante era capire
Dove io e la mia testa col mio corpo potevamo andare
Dicevo a tutti "io vivrò
Due dita sotto il cielo"
A 15 anni questo era il mio pensiero

Invece cercavo solo due occhi neri da guardare
Un'altra mano con le sue dita che mi venissero a cercare
Con la sua testa sulla mia spalla, stare in silenzio e non parlare
Ed ascoltare il mare
E in quel silenzio sentire battere il mio cuore, solo il mio cuore
E nel bagnasciuga sentirlo naufragare

Estate, vienimi ancora a cercare
Levami d'addosso quel colore, quel grigio umido sapore
Che il tempo ci vorrebbe dare
Estate, portami fresco, vita e amore
Ché io lo voglio respirare
Vale la pena anche morire se ancora io lo sentirò
Due dita sotto il cielo
A bocca aperta il tuo respiro
Ad occhi chiusi il tuo mistero

Due dita sotto il cielo - Lucio Dalla

Indice degli articoli della rubrica Rock 'n Ride
  •  16/05/2022 - Time For Me To Ride - Toby Keith
  •  09/05/2022 - Ride Like The Wind - Christopher Cross
  •  02/05/2022 - Golden Age of Leather - Blue Öyster Cult
  •  25/04/2022 - Motorcycle Emptiness - Manic Street Preachers
  •  18/04/2022 - Motocross - Ivan Graziani
  •  11/04/2022 - Ride the wild wind - Queen
  •  04/04/2022 - Biker like an icon - Paul McCartney
  •  28/03/2022 - The Biker's Prayer - Highlander
  •  21/03/2022 - Take Me Home, Country Roads - John Denver
  •  14/03/2022 - Motorcycle - Diane and the Gentle Men
Sono presenti 63 articoli nella rubrica Rock 'n Ride