Michele

Itinerario

proposto da Michele

Il 07/03/2019 Michele ci ha proposto questo itinerario da 10.100 Km da percorrere in 11 giorni.

Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)

07/03/2019

Prima parte del viaggio che ci ha portato a Nordkapp e ritorno. Speriamo possa essere di ispirazione. E' il nostro diario di bordo in cui ho insierito anche notizie più o meno toponomastiche e relative alla nomenclatura stradale. Buona lettura! e nel caso buona strada!

PS: scegliere le foto è durissima, metteremo le piu' significative, il nome della foto è la descrizione.

PS2: info sul bagaglio: 3 borse rigide + borsa casco con potafogli e necessario in viaggio, 2 sacchi a pelo (usati 2 sole notti), accappatoio, ciabatte, scarpe, ricambi, mappe stampate da via michelin, materiale elettrico vario, imbottitura giacche, kit antiforatura, 4 cinghie di tensionamento per fissaggio moto in traghetto (solitamente si trovano già a bordo), lampada faro di scorta, olio motore (fatto piccolo rabbocco per scrupolo), telecamera HD-Ghost su casco passeggero.

 

Tappa 1: Verona - Monaco di Baviera (Germania)

Val d'Adige stra bene fino al Brennero poi di nuovo caldissimo, ma abbiamo trovato un laghetto super (Achensee) dove abbiamo mangiato e ci siamo spiaggiati un pò.
Coraggiosamente siamo ripartiti e arrivati a Monaco...in direttisssima alla HB!!! ovvio!!! Merenda dei campioni, giretto di 10 minuti e poi cena alla HB!

Abbiamo deciso di utilizzare per questo primo viaggio a lunga distanza un servizio delle DBahn con cui si carica la moto a sera e si viaggia in cuccetta.
Carico moto un po' avventuroso con l’omino della DBahn che sapeva 8 lingue: russo, croato ecc ma non italiano e inglese! Ora siamo in cuccetta con un simpatico svedese e stiamo ciaccolando di moto... 

 

Tappa 2: Hamburg (Germania) – Ängelholm (Svezia)

Il titolo originario per oggi avrebbe dovuto essere...la prima notte di nozze...da incubo!!! 38 °C nello scompartimento, in 5 a dormire, con lo scompartimento vicino vuoto… dove ci siamo spostati verso 1 di notte per chiudere occhio almeno fino alle 6….
In estrema sintesi : Amburgo fino a Puttgarden - traghetto fino a Rodbyhavn (40 minuti) - Copenhagen – ponte di Oresund - Malmö....e poi alla ricerca di un posto dove dormire...dispersi nel nulla, ma nulla proprio!!! Le distanze cominciano ad essere diverse. Cmq finalm in albergo ad Angelholm per una doccia e una dormita seria, ma per domani studiamo meglio la destinazione di arrivo ;-)

Note del pilota:
- in Danimarca c'é vento, sempre, e le strade sembrano disegnate per avere sempre il vento trasversale

- se in Svezia vi dicono che quello che state cercando si trova ad un miglio... Beh sappiate che 1 miglio svedese = 10 km… provato sulla nostra pelle e verificato su wikipedia “miglia non più utilizzate”

- in Svezia cominciare a valutare bene quando fare benzina, tra un benzinaio e l’altro cominciano ad esserci numerosi kilometri

 

Tappa 3: Angelholm (Svezia) - Borlange (Svezia)

Super giornata...incredibilmente senza pioggia! Sono passati nuvoloni neri più volte, ma sempre dispersi...forse perché c’è un vento assurdo?!?!? Beh, va bene cosi! ;-)
Oggi kilometri e kilometri di boschi prati laghi...tappe a degli strani autogrill che in realtà sono dei micropaesi agli svincoli della strada principale; in uno di questi abbiamo trovato per caso un museo/negozio dedicato all'alce!
Trovato alberghetto a Borlange, cercando on line nell'ultima pausa benzina...e meno male, non è che proprio i paesi siano pieni di vita!!! Cmq anche stasera ci è andata bene, e per cena un ottimo pub...scelto per l’insegna Guinness ;-) ma poi ovviamente provate birre "locali" annoiando la povera barista, che in realtà aveva vissuto tr aItalia e Australia negli ultimi anni...
Ah, stiamo incontrando tutti i giorni un simpatico padovano che sta andando anche lui a Capo Nord, decisamente esperto, o almeno sembra! Per amici e partenti padovani se domani lo incontriamo di nuovo gli chiediamo il nome, giusto per gossip!
Ps forse i piatti richiedono una spiegazione: sono dei toast...aperti! tipo Croque Monsieur (se si scrive così) io mio vegetariano e quello del Miki con una carne di cui non abbiamo chiesto origine ;-)

 

Tappa 4: Borlange (Svezia) – Orrviken (Svezia)

Ciao a tutti, qui michele, prendo temporaneamente le redini delle comunicazioni.
Oggi tappa caratterizzata da tempo variabile e una visita speciale ad un luogo molto particolare.
Diciamo che il viaggio vero e proprio si é concentrato dalle 14 in poi...
Ore 9.15 recupero moto dal parcheggio custodito di borlange, perché "non si sa mai" come ci disse l'albergatore
Ore 9.35 partenza indecisioni sul vestiario da pioggia o meno... Ok dopo 20 minuti piazzola di sosta, piove decisamente... Arrivo a Rattvik e ricerca del DALHALLA ... Che é ... Beh un teatro all'aperto per opera e concerti (il 27 ci sono i roxette!!!!) da 4000 posti ricavato in una ex cava, fantastico!
Visita guidata in svedese 90% inglese 10%, ma ugualmente molto interessante.

Ore 12.45 ripartenza... Finalmente raggiungiamo il tracciato della mitica E45 la strada europea che parte da Gela (avete capito bene in Sicilia!) e finisce a Nordkapp... Finalmente si guida, mi aspetto curve, nessuna macchina, strade strette... e … Nulla, cioé strada magnifica in una natura rigogliosa e fantastica, ma 100km/h stabili e tutti o quasi diritti... La cosa impressionante é che tra un paese e l'altro ci sono tipo 80km... E in mezzo boschi, muschi, licheni, boschi, pini, betulle, non è un caso che Ikea sia nata qui.
Ore 19.00 siamo ripagati da un posto meraviglioso a Orrviken, vicino Ostersund, cottages in collina in riva al lago, moose garden si chiama, e allevano alci!
Ore 20.00 dopo esserci sistemati, avere chiacchierato con il giovane proprietario via a cena ad Ostersund, decisamente dopo il pranzo tipico e 4 giorni lontani da casa, serve una pizza!
Ore 22.00 il sole ancora bello nel cielo… cominciamo a capire di essere in un posto magnifico…
Note del pilota:
- le strade provinciali svedesi (ad es E45) sono piú o meno comode tangenziali ad una corsia per senso di marcia, le strade locali sono invece strade bianche (!) che si dirigono verso localitá non meglio precisate che si trovano in mezzo ai boschi
- l'hamburger di alce merita assai
- se in svezia vedete una casa, state certi che a meno di 100m ci sará un lago (proprio come in Finlandia)
 

Tappa 5: Orrviken (Svezia) – Älvsbyn (Svezia)

Anche oggi super giornata, alternanza di sole e pioggia, ma devo dire non aggressiva e per poco tempo...
La E45 si conferma una strada meravigliosamente infinita...boschi laghi laghi boschi...casette bellissime e unico segno di vita...i benzinai!!! Ormai siamo diventati azionisti di maggioranza della Q8 e della Preem, conosciamo a memoria i panini, le merendine e ormai sono super esperta dei distributori di caffè tè cioccolata caffelatte...ah, l’espresso è in dosi da bicchiere da bibita, ma ovviamente per scaldarmi io prendo il bicchierone tipo da mezzo litro! Ed è gratis per chi aquista il bicchierone con il bollino annuale.
Beh, ma bando alle ciance!!! Oggi la lunga traversata ha avuto il senso con avvistamenti vari di renne...a bordo strada, se non in mezzo!!! ci sono sembrate super placide, anzi, non ci hanno proprio considerato!!! Ah, stanotte al PolarHotel...prenotato stamattina su booking che sembrava il più figo della Svezia, e in effetti lo era/sarà ma in questo periodo stanno facendo lavori...la reception e la sala ristorante sono nel seminterrato che sembra una via di mezzo tra Shining e la sala macchine del Titanic ma... 1) per farsi perdonare offrono la cena agli ospiti e mi sembra una bella idea! 2) lavatrice e asciugatrice a disposizione!!! E anche questo vi giuro non è male ;-) anche se tra poco dovrò scendere da sola a recuperare le cose spero asciutte e non cotte...
Domani abbiamo ben 3 mete mitologiche e non vedo l’ora...ah, qui vita mondana neanche per idea!!!

 

Tappa 6: Alvsbyn (Svezia) – Rovaniemi (Finlandia)

Ciao a tutti, qui siamo un'ora avanti e andiamo a cena!!! Si paga di nuovo in Euro!

Oggi strade tutto bene, a parte una parte in riasfaltatura, il che vuol dire 8 km di sterrato.

Rieccoci!!! Partiamo dalla fine...siamo nel Santa Claus Village!!! E precisamente nel cottage 49, con sauna inclusa in camera! Peccato per i lampadari a corna di renna, ma mi sto convincendo che siano finti ;-)
Ma partiamo da questa mattina: altro centinaio di km sulla solita E45, sempre bella, sempre boschi e laghi e oggi con la tecnologia perfettamente funzionante ovviamente nessun avvistamento...vabbè...
La prima tappa (delle tre mitologiche ah ah ah) in realtà era una c...ata, ma fatta cmq! Passaggio dal McDonald's più a nord d’Europa, a Lulea; non erano neanche le 10 e non ci siamo fermati!!!
Invece la tappa sensata di oggi era Gammelstadt, villaggio parrocchiale patrimonio dell’UNESCO costituito da 424 case in legno attorno alla Chiesa che servivano ad ospitare i fedeli causa notte artica...visitato in moto!
E poi ripartiti di gran fretta per arrivare in tempo a Rovaniemi...in tempo per trovare aperto il Post Office ufficiale e per un pò di shopping, quasi nullo dato lo spazio nelle borse….!!! ;-) Ma la cosa più mitologia è stata la foto con Babbo Natale, un super figo, che passa la sua giornata a fare due chiacchere con tutti, a chiedere da dove si arriva...beh, un eroe! Beh, ovviamente tutto lo staff elfi ed elfe belli e gentili!! Voglio vivere qui!!!
E dopo questa seconda tappa mitologica, ecco la terza...ovviamente il Circolo Polare Artico che passa in mezzo alla piazza del Villaggio, o forse no ma noi ci crediamo e abbiamo fatto le foto di rito, anche se non ci si può andare con la moto.
Ah, ovviamente cena nel Ristorante del Village...un hamburger al salmone e uno alla renna, ovviamente sapete per chi!

Note del pilota:

Babbo Natale ci ha detto "ahn Verona, ci sono stato qualche volta, mi ricordo la pizzeria Olivo in piazza... E quando tornate a casa bevetevi una bottiglia di Amarone alla mia salute!" Pazzesco deve essere veramente difficile sapere tutto di tutti eheh
Note di nulla: credo che in finlandia e svezia abbiano speso miliardi e miliardi per le recinzioni antialci e antirenne a bordo strada... Sono continue per centinaia di chilometri...

 

Tappa 7: Rovaniemi (Finlandia) - Kautokeino (Norvegia)

Ciao a tutti!!! Eccomi a scrivervi dal bar dell’albergo trovato su booking (Thon Hotel, una catena norvegese) ...e sia benedetto booking perchè ci sta aiutando parecchio! ;-)
Il primo racconto di oggi riguarda ancora ieri: mentre eravamo in coda per la foto con Santa Claus, avevamo davanti a noi un motociclista, ovviamente ci si riconosce dall’eleganza, e abbiamo iniziato due chiacchere... Beh, era uno spagnolo di Salamanca di ritorno ovviamente da Capo Nord, in solitaria...e allora gli abbiamo chiesto quanto ci avrebbe messo a fare il viaggio...e la risposta è stata che sarebbe passato prima dalla Russia...e che in tutto sarebbe stato via 100 giorni!!! E a noi che sembravano tante tre settimane!!! ;-)
Il secondo...rientra nel mio campo: la colazione da S.Claus è super!!! Vi dico solo per la parte dolce (a parte le ovvie marmellate, mille pani, dolci, biscotti, cereali ecc) c’era la macchinetta per fare i waffle...amore a prima vista!!! Per la parte salata ovviamente neanche toccata, vi dico solo uova, crocchette di patate, polpette, fagioli imbogonati, pesce marinato in cipolla viva, frittata...ovviamente salumi e formaggi di varia natura!
Beh, alla fine moooolto scattanti siamo partiti! Oggi tappa "breve", solo 400 km, ma davvero emozionanti...un sacco di renne!! E per coronare l’emozione degli avvistamenti il Miki ha pensato bene a pranzo di mangiare una specie di salsiccia di renna grrr che schifo! A dire il vero sembrava una via di mezzo tra un wurstel e un kaminwurze ma tagliato a rotelle, no comment!
Ah, dopo vi faccio un gioco sulle nostre cene, che ancora non vi abbiamo raccontato...
Beh, il viaggio è proseguito meravigliosamente, il sole ci ha seguito per un bel pò, abbiamo continuato a vedere renne, e siamo arrivati alla Norvegia, il paesaggio sta cambiando...ma sempre verde verde verde...wunderbar!!!

La strada va diretta verso Nord, seguendo in parte il confine tra Svezia e Finlandia, benzinai rari, ogni 2 ci si ferma a fare il pieno (tra uno e l’altro anche fino a 80km).
Ora il riepilogo delle cene:
Cena 1 Monaco: stinco con patate / cotoletta con patatine
Cena 2 Angelholm: fish & chips / salmone alla loro maniera
Cena 3 Borlange: toast alla modo loro (sospetta alce) / toast vegetariano (con abuso di cipolla!)
Cena 4 Ostersund: pizza al salamino e cipolla / pizza greca senza cipolla ( ma li va con il ragù!)
Cena 5 Santa Village: hamburger di renna / hamburger di salmone senza cipolla
Cena 6 Kautokeino: chicken salad / pizza con renna, pancetta, patate, olive e rosmarino, senza alce e senza pancetta!!!

 

Tappa 8: Kautokeino (Norvegia) - NORDKAPP (Norvegia)

24 luglio ore 01.10 Senza parole... A domani per i racconti di una giornata speciale...notte
25 luglio ore 10 circa... Buongiorno...qui oggi risveglio un pò lento e grigetto, ma...la giornata di ieri è stata incredibile! La strada sempre meravigliosa di boschi e laghi e renne si è trasformata piano, e quando siamo arrivati al mare è stato emozionante, anche per noi montanari! Betulle in spiaggia!
Da lì in poi è stato ogni metro sempre più suggestivo, curve, mare, rocce...per vostra fortuna si è scaricato il telecomando della fotocamera!!! Bellissimo...e poi inizia il conto alla rovescia dei km alla meta, sempre di meno, sempre di meno...
Comunque nella mattinata di ieri, dopo Kautokeino decidiamo la svolta per Karasjok per evitare di fare avanti e indietro da Nordkapp per troppi kilometri, arrivati a Lakselv il Mare Artico…. Emozionante. Poi risaliamo tutta la costa (dopo un rifonimento di sicurezza a Smorfjord) fino al mitico tunnel sotto il mare che unisce idealmente l’isola su cui si trova Capo Nord all’Europa continentale (-260 metri sotto il livello del mare) e poi verso nord, verso la meta!

Ci fermiamo a Skarsvag dove abbiamo il nostro cottage (decisamente spartano, ma perfetto), scarichiamo le borse in stanza e ci mettiamo tutto quello che abbiamo e si riparte, mancano solo 15 km, il nostro è l’ultimo villaggio prima di Capo Nord...
Da qui in poi solo foto...e le chiacchere con Franco e Giuliana, con cui stiamo facendo il viaggio virtualmente insieme, in direzione contraria, e con i quali incredibilmente ci siamo trovati proprio alla meta; grazie a loro una cenetta di pasta in camper super accogliente e poi attesa, foto, brindisi di rito...attesa, sole...ecco un pò nascosto tra le nuvole, ma cmq magico...
Grazie a tutti...e ora, facciamoci coraggio che si riparte per il lungo "ritorno" al Sud, verso casa, e ci mancano ancora tante cose da vedere...

 

Tappa 9: NordKapp  (Norvegia) - Alta  (Norvegia)

Sotto titolo...ma dopo Capo Nord ha ancora senso qualcosa?
Risveglio lento, grigio, poca voglia di partire...sembra quasi difficile staccarsi da un luogo cosi magico...anche la colazione oggi tristarella, ma nel posto dove siamo va bene tutto.
Decidiamo per una tappa relax, quindi puntiamo ad Alta per vedere le famose incisioni rupestri...essendo una tappa relativamente breve ce la prendiamo ancora più comoda e aggiungiamo una sosta all’Ice Bar di Honningsvag. Beh che figata! Arriviamo in questo posto che da fuori sembra chiuso (come a dire il vero ci capita spesso qui) e dentro...super! Video di qualche minuto che ti spiega come lo costruiscono i mq di ghiaccio ecc, poi entri, ti danno una specie di poncho termico e ti buttano dentro, dove un povero barista ti "offre" un drink rigorosamente analcolico quindi un succo di frutta, ma in bottiglie tipo vodka...bicchieri di ghiaccio ovviamente, come le sedie, i tavoli e un igloo dove siamo entrati con tutta la nostra agilità!!!
Dopo poco a dire il vero, anche a causa di una comitiva di spagnoli, siamo usciti e con un sole incredibile siamo ripartiti. Ah no, benzina merenda ecc...e ci rendiamo conto che è praticamente mezzogiorno e mezzo, e la nostra tappa relax di oggi è diventata una gara contro il tempo: Non sappiamo a che ora chiuda il Museo ed il percorso delle incisioni rupestri di Alta e prima volevamo anche trovare da dormire, quindi si parte!!
La strada per il primo pezzo (circa 100 km) è la stessa di ieri, ed è ancora magnifica, anche se andarsene ha un che già di nostalgico...ma sole mare vari uccelli renne sassi casette barche pescatori rendono tutto bellissimo...
A parte il maledetto tunnel sotto il mare che mi ha mandato in panico ieri e che dobbiamo rifare! Paura!
E invece oggi sembra meno terribile, anche se...se ci penso!!! Gulp!!!
Cmq...proseguiamo sempre con il mare accanto, e quando giriamo per Alta e ricominciano boschi e verde mi viene un po' male...ma per poco! La strada è di nuovo bellissima e si viaggia alla grande! Solo qualche pausa foto e arriviamo di nuovo al mare e ad Alta...cittadina il cui centro è tipo il Galassia...non sto scherzando! Siamo in centro e il centro è la piazza del centro commerciale! D'altra parte con la natura e i paesaggi che hanno no gli si possono chiedere anche delle belle citta! Ma non che siano brutte, semplicemente abbastanza diverse dalla nostra idea di città... Cmq all’ufficio turistico, nella stessa piazza, ci danno una mappetta con b&b ecc, alcuni vicini e apparentemente belli non hanno posto, ma dall’altra parte della strada c è un albergo della stessa catena di quello di Kautokeino (Thon), guardiamo su booking e pare abbia offerte, attraversiamo la strada e in realtà ci fa un prezzo minore...ottimo, preso!
Saliamo giusto il tempo per poggiare le valige e partiamo per i graffiti...
Che scoperta! Un super percorso diviso in due parti: In una hanno "colorato" i graffiti per farli vedere meglio, mentre nella seconda sono al naturale; facciamo entrambi i percorsi con l’audioguida e due cuffiette...e facciamo abbastanza ridere, capiamo quasi tutto (l’italiano qui non è contemplato) delle spiegazioni in inglese e il percorso è stupendo! Sempre un sacco di vento, ma ormai abbiamo capito che almeno fino alla Germania sarà cosi!
Finiamo la visita un po' cotti in circa un’ora di cammino e torniamo in albergo per studiare le prossime tappe...
 

Tappa 10: Alta (Norvegia) - Tromsø (Norvegia)

Iniziano i fiordi e si è aperto un altro mondo...
Mare e montagna che si uniscono con una potenza da restare a bocca aperta, la strada è incredibile, ogni curva c’è un paesaggio più bello, una casetta, una barca, uno scorcio...beh ve li risparmio...per ora!
Puntiamo diretti a Tromsø e scegliamo di tagliare un po’ di costa, che tanto ne faremo tanta cmq, e prendere un paio di traghetti; il primo lo prendiamo proprio al volo, diciamo che appena saliti ci hanno chiuso il portellone dietro...come in un film di inseguimenti ah ah ah... Sopra incontriamo due moto italiane, sono due trentini con i figli ragazzetti che hanno fatto anche loro Capo Nord e anche loro sono diretti a Tromsø e poi Lofoten...lascio il Miki alle chiacchere tra motociclisti e vado di sopra a fare qualche foto. Quando scendo si riparte e li salutiamo ma probabilmente li beccheremo anche al prox traghetto. Appena sbarcati....partono come dei missili e anche un po’ troppo sportivi, ma in effetti diciamo che il traffico non c è, le uniche macchine sono quelle scese dal traghetto. Cmq, un pò più con calma e con molte foto, arriviamo anche noi al secondo e ovviamente li troviamo, arrivati da poco ah ah ah ovviam ci mettiamo vicini e questa volta solo chiacchere e niente foto. Hanno una media di km decisamente più alta della nostra...diciamo 2.000 km in due giorni con uno dei due figli con la febbre...diciamo che probabilmente non li troveremo più! Molto simpatici, si parla della strada, delle renne, se sono buone da mangiare ecc... Il secondo tratto è molto più breve e si riparte, manca poco alla meta.
Arriviamo a Tromso e decidiamo di visitare subito la "meravigliosa" Cattedrale Artica...beh diciamo che insomma...ma ha un super organo, un’architettura interessante e dovrebbe avere un'acustica pazzesca, stasera alle 11.30 c è un concerto, ma onestamente non so se reggeremo.
Cmq, dopo 3 minuti ce ne scappiamo e andiamo all’albergo, molto figo e tecnologico; qualche problemino con il parcheggio, ma ce la facciamo e partiamo alla visita della cittadina, che proprio bella no, ma a me piace! Sarà la posizione ma la trovo la migliore fino ad ora.
Visitiamo velocemente il Museo Polaria, che ha un acquario con le foche e un simil-cinema in cui vediamo due video stupendi, uno sull’Aurora Boreale e uno sulle Svalbard...che meraviglia! Purtroppo non credo potremo andarci in moto ;-)
Ora breve tappa e finalmente a mangiare!!!
Ok io invece non saró molto positivo, Il pub della sede della birreria Mack (birrificio più a Nord del mondo!), chiuso di domenica (no comment)...
Il viaggio? Splendido. I traghetti come autobus ci hanno fatto risparmiare parecchi km. I norvegesi ci sono abituati, a noi fa ancora un po’ strano…

!!!!Aggiornamento di mezzanotte...qui è magnifico!!! Siamo andati a letto con nuvolo e dopo pochi minuti abbiamo visto luce entrare dalle tende… siamo scesi al porto, c’era il sole, fantastico.

 

Tappa 11: Tromsø  (Norvegia) - Sortland (Norvegia)

So che sto diventando noiosa...ma qui ogni giorno è più bello del precedente ;-)
Oggi partenza a dire il vero con pioggerella uffa, ma non molto insistente e sopportabile, ah ah ah poi io sono dietro al riparo!!!
Colazione al mio ormai mitico StatOil, dove incontriamo gli amici trentini, grandi saluti e confronto delle tappe; loro diretti alle Lofoten, noi invece ieri abbiamo trovato una super strada alternativa, la strada nzionale di Senja, che con un giro di fiordi e un traghetto da Gryllefjord ci porta ad Andenes dove ci aspetta un faro imperdibile....quindi purtroppo mi sa che li abbiamo persi!
Con coraggio partiamo, e della mattinata vi metto solo una foto gocciolosa, anche se la strada era come sempre super bella...ah, purtroppo anche se segnalate alci, nessun avvistamento.
A metà scopriamo una scorciatoia ancora più bella, che ci fa risparmiare qualche km e che ci fa passare casualmente da una Casa Troll...abitata da strani personaggi...
Nel frattempo purtroppo ho scoperto che i miei stivali strafighi e stra-nuovi imbarcano acqua, ma per fortuna è spuntato il sole, siamo vicini a dove dobbiamo imbarcarci e alla peggio penso che in traghetto mi cambierò calze...
Arriviamo con largo, larghissimo, esagerato anticipo al paesello dove dovremo imbarcare...diciamo che sul sito c’è scritto partenza alle 15, consigliato arrrivo ore 14...e non è neanche l'una!!! Ma la cosa fantastica è che scopriamo il microcosmo che ruota intorno al minimarket che è ovviamente l’unica cosa che esiste...e che ha tutto! Di supermercato ha qualsiasi cosa, ha anche da mangiare qualcosa di caldo, il caffe ecc...ma soprattutto delle magnifiche calze di lana dello spessore di 2 cm almeno che compro subito e che mi salvano la vita!
Qui conosciamo come sempre dei personaggi bizzarri, ci sono altri motociclisti, non molto simpatici e ma vabbè...aspettiamo...aspettiamo...aspettiamo...con la micropiazza che si riempe e dismisura e ci si incomincia a chiedere se ci staremo tutti...
Finalmente (alle3!!!) arriva la barca e tutti pronti e scattanti ci prepariamo a salire...e i più furbi sono sempre i "migliori"...lasciamo perdere quelli che passano davanti ecc, lasciamo perdere il mio sclero (chiedo perdono ma la barca dopo era alle 7!!!! E noi eravamo ovviamente arrivati prima di altri già saliti) alla fine saliamo...e ci gustiamo il panorama e la traversata...a dire il vero io mezz'oretta me la dormo, tra un sobbalzo e l'altro!
Quasi alle 5 arriviamo ad Andenes, ci dirigiamo verso questo benedetto faro...bellissimo è vero, ma se penso che facendo il giro senza traghetto avremmo fatto 200km per vederlo...ecco diciamo che abbiamo fatto la scelta giusta!!!
La tappa di oggi poteva essere questa, ma c è una luce stupenda e forse siamo stati fermi troppo, decidiamo di proseguire un pò e scegliamo anche la strada più panoramica e meno battuta (strada turistica di Andoya) e si dimostra subito una scelta super...vi risparmio le foto (in tot sono ormai a più di 1.500 e sarà davvero dura la scelta al ritorno!) ma sono altri 100 km di panorami e paesini pazzeschi; siamo nel mezzo del nulla e non possiamo non fotografare il paesino "Bo"...esplicativo direi!
Arriviamo finalmente a Sortland che dovrebbe essere un centro abitato...e per gli standard di queste parti è anche bellino: ha diversi negozi, i spermercati Rema 1000 o 200 (a seconda della dimensione) in tutta la Norvegia chiudono verso le 22 di sera, che poi è giorno, un albergo a 166 euri a notte ;-), e un bel campeggio super attrezzato di casette ecc... Una stanza 110 euro, una hytte 100...scegliamo questa più per la bellezza delle casettine (da fuori) che per convenienza: no colazione e no lenzuola asciugamani ecc...ma volete mettere una casetta di legno tutta per noi? Ah...letti a castello!!!

Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)
Ai confini d'Europa (2015) - Svezia, Finlandia, Capo Nord, Norvegia - (Parte 1)

La mappa

Le tappe

A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Nota: Quando i passi sono chiusi, Google Maps non permette di passarci, quindi fuori stagione la mappa apparirà priva del percorso o con itinerari molto più lunghi.
Siamo in attesa che Google Maps integri la possibilità di creare mappe visualizzabili tutto l'anno.