Luca Podini

Itinerario

proposto da Luca Podini

Il 17/09/2017 Luca Podini ci ha proposto questo itinerario da 20 Km da percorrere in poche ore.

A due passi dal Duomo

17/09/2017

Si parte dalla rotonda di Gudo Visconti, quindi si segue strada provinciale 183 direzione Caselle (l'unica uscita della rotonda senza indicazioni), qui è un rettilineo a due corsie, guardrail da ambo i lati e trafficato, ma se non c'è nessuno dopo circa 2 km c'è una bella variante destra e poi sinistra, ancora rettilineo e curva a destra con scollino; rettilineo e bella curva a sinistra, qui si vede bene chi arriva, occhio solo al fondo che può esserci terra smossa dai trattori; altra variante e si "entra" in Caselle c'è un semaforo e un attraversamento pedonale/ciclabile spesso con famiglie, andate piano. 
Superata la zona industriale si incrocia la SS526 e si gira a sinistra, verso Pavia.
Dopo pochi kilometri siete a Morimondo, famosa per l'abbazia XII secolo, la festa della birra e un rivenditore di salumi famoso in zona; qui la strada è praticamente dritta e ben levigata.
Dopo 3km si incontra la cascina Basiano, in corrispondenza di una curva a sinistra, superata la cascina c'è una piccola discesa ed una variante vera, prima destra e poi sinistra che scende e risale; dovrebbero chiuderla al traffico per quanto è bella, ma non avendo vie di fuga ed essendo cieca ci vuole pelo sullo stomaco per farla forte (o incoscienza).

Salitina e si arriva a Fallavecchia, altra cascina con una bella curva a sinistra (guardrail e, pochi metri dopo, muro), poi due destra e una sinistra, qui c'è un bel paesaggio sulla destra, poi si entra a Besate.

Besate va attraversata tutta dritta, se volete uno sterrato, all'incrocio con una statua della grande guerra girate a destra e poi seguite per il ticino, c'è anche un bar ed una spiaggetta.

Dopo Besate basta seguire la strada; si incontra una rotonda e poi c'è una bella stradina con una corsia sola in mezzo ai campi, con alcune curve a sinistra da far tranquilli ed un curvone finale a destra, poi poco prima di Motta Visconti un sinistra, occhio al velox poco dopo (non so se funziona).

Al primo incrocio in cui è segnato Bereguardo girate a destra, ci saranno due semafori; superateli, poi la strada costeggerà delle villette ma l'asfalto è nuovamente bruttino; seguendo la strada si apre un'altra stradina con una corsia sola che punta verso Bereguardo, una volta c'era un tutor per la velocità, ma ora pare non ci siano più; giudicate voi; ad ogni modo, non è una strada da far veloci; dopo 5 minuti si entra a Bereguardo.

A Bereguardo, il primo incrocio sulla destra porta al ponte delle barche (via Ticino), seguite e costeggiate il castello, attenzione all'autovelox arancione sulla sinistra.
Si passa per un rettilineo con cipressi (credo) ai lati della strada, poi una discesa (stretta) che punta a destra e dopo gli alberi sinistra-destra, rettilineo e dopo 1 minuto siete al ponte delle barche; qui di solito tutti si fermano nel primo parcheggio, che è gratis, il secondo è del bar e obbliga alla consumazione. Se volete potete oltrepassare il ponte, ma al di là del Ticino non c'è molto da vedere/fare (motoristicamente parlando, è territorio di Harleysti...tutto dritto), se attraversate il ponte, andate piano che è tutto in metallo; se bagnato si scivola.
Superato il ponte, dopo alcuni kilomentri si trova una rotonda con indicazioni, a destra si va per Vigevano, a sinistra per Pavia.

 

Grazie per l'attenzione!

Luca

PS: in Caselle c'è un semaforo e un attraversamento pedonale/ciclabile spesso con famiglie, andate piano.
Dopo 3km si incontra la cascina Basiano, superata la cascina c'è una piccola variante destra-sinistra: non ha vie di fuga ed è cieca.
Poco prima di Motta Visconti c'è un autovelox.
A Bereguardo c'è un autovelox arancione sulla sinistra.
Primo parcheggio a destinazione è gratis.


La mappa

Le tappe

A
B
C
D
E
F
G
H
I
Nota: Quando i passi sono chiusi, Google Maps non permette di passarci, quindi fuori stagione la mappa apparirà priva del percorso o con itinerari molto più lunghi.
Siamo in attesa che Google Maps integri la possibilità di creare mappe visualizzabili tutto l'anno.